1 settembre 2012

Calzuro: Nuovo Partner West Rose

"Riprodurre il classico zoccolo in legno con l'utilizzo della plastica."
La storia di un grande successo: CALZURO

storia



Premessa
"Calzuro", da ormai 25 anni, è sinonimo di comfort e benessere per i piedi.
Nato inizialmente per soddisfare le esigenze del personale medico e paramedico, oggi questa calzatura viene utilizzata da chiunque, per il tempo libero e in casa ma in particolare da chi passa molte ore in piedi per lavoro. 
Il suo successo proviene dalla combinazione di un'idea innovativa di calzatura, come risposta a quelli che erano, e restano, i problemi in campo medico, con la scoperta di un materiale di altissima qualità.

Storia di un'idea
L'idea iniziale fu quella di ricercare e creare uno zoccolo che avesse delle caratteristiche specifiche per l'utilizzo che ne doveva esser fatto e che entrasse in una nuova fascia di mercato: un prodotto unico e nuovo in tutti i suoi aspetti. 
Tra 1980 e il 1982 il mercato si comincia ad orientare verso l'applicazione di materie plastiche nei vari processi di produzione, come nel caso dello scarpone da sci, costruito totalmente in plastica. Questa spinta, nonché l'opportunità e la fortuna di conoscere gli esperti nella fabbricazione degli scarponi da sci in plastica, motivarono ancora una volta il Sig. Bidoia verso la scelta di riprodurre il classico zoccolo in legno con l'utilizzo della plastica. 
Ci vollero ben due anni di lavoro, continue prove e test dei materiali, per riuscire ad ottenere quell'elemento plastico che è stato per molti anni, ed è ancora, impiegato nella produzione del "Calzuro", ovvero un materiale elastico, flessibile, morbido al tatto, resistente oltre i 130° C, antiscivolo, resistente all'usura, biocompatibile, assolutamente non tossico, anallergico, colorabile e soprattutto antistatico.
Il "Calzuro" ha un'estetica che riprende quella dello zoccolo in legno ma grazie ad un plantare molto particolare, anatomico, su cui s'adagiano dei piccoli rialzi, detti bugnature, con la specifica funzione di stimolare la pianta del piede, spinge verso l'alto il sangue che si accumula in quella zona. Un ottimo aiuto per favorire la circolazione nelle gambe di tutte quelle persone che lavorano per molte ore in piedi compiendo dei minimi movimenti.


Primato mondiale
In questo settore, il "Calzuro" è considerato il primo prodotto al mondo con antistatico in massa, con una resistenza termica impensabile pur essendo di una plastica morbida e con un peso specifico di 0,90g, (galleggia nell'acqua), peso che assolutamente non si fa sentire quando viene indossato.
"Calzuro" ha creato nel mondo un'immagine di prodotto, tanto che è riuscito a far coniugare al nome il prodotto, al punto che spesso si tende ad identificare con il nome "Calzuro" qualsiasi simile calzatura plastica.
Attualmente il "Calzuro" è presente in tutto il mondo, è stato largamente copiato e imitato, a conferma che solo le cose migliori vengono imitate.


Fisiologia
Gli zoccoli "Calzuro" rimangono ancora gli unici nel mercato ad avere una vera forma interna che si adatta fisiologicamente al piede, mantenendo il "falso" interno e permettendo al piede di calzare perfettamente e non scivolare; infatti il "Calzuro" non si sfila spontaneamente nemmeno durante la corsa.
Inoltre, l'altezza del tacco rispetto al pavimento è stata studiata appositamente per permettere di mantenere una perfetta postura per tempi lunghi e quindi evitare gli affaticamenti dorsali. Infatti esso è, secondo la taglia, di due/tre centimetri più alto di una scarpa normale, ma più basso di una normale scarpa col tacco.
Anche le "bugnature" sono state a lungo studiate alla ricerca dell'effetto, ottenuto, di stimolare la "pompa piede", la seconda pompa sanguigna dopo il cuore. 
Scopri tutti i CALZURO su www.westrose.it

Nessun commento: